area riservata
  
   cerca
 
 
 
dal 24 al 25 luglio 2014
23 settembre 2014
24 settembre 2014
 
30/05/2014
13/05/2014
08/04/2014
  
 
 

ANALISI DI MATERIALI

- Determinazione della matrice polimerica di un materiale

· spettroscopia infrarossa (FT-IR)

permette l’identificazione di un materiale plastico evidenziando la tipologia dei legami chimici presenti

· calorimetria a scansione differenziale (DSC)

determina le temperature di transizione termica (fusione, transizione vetrosa, cristallizzazione) dei polimeri e le relative entalpie

- Determinazione di OIT mediante DSC

determina la stabilità termica dei materiali plastici (sostanzialmente poliolefine) individuando entro quanto tempo avviene il fenomeno di ossidazione

- Termogravimetria (TGA)

- Determinazione di cariche inorganiche mediante calcinazione (ceneri)

· quantitativa

· quanti-qualitativa

determina la percentuale di cariche inorganiche presenti in un materiale plastico ed eventualmente la loro natura (fibre e sfere di vetro, cariche minerali quali il talco e il carbonato di calcio)

- Determinazione contenuto di nerofumo (UNI 9556)

determina il quantitativo di nerofumo (carbon black) presente nelle poliolefine

- Analisi RHoS

PROVE FISICO-MECCANICHE

- *Prova di trazione (ASTM D 638, ISO 527)

determina le principali proprietà meccaniche dei materiali plastici sollecitati a trazione (carichi e allungamenti a snervamento e rottura, modulo elastico)

- *Prova di flessione (ASTM D 790, ISO 178)

determina le principali proprietà meccaniche dei materiali plastici sollecitati a flessione (carico di rottura o massimo, modulo elastico)

- *Prova di compressione (ASTM D 695, ISO 604)

determina le principali proprietà meccaniche dei materiali plastici sollecitati a compressione (carico di rottura o snervamento, modulo elastico)

- Prova di trazione su film longit. e trasv. (UNI ISO 527/3, ASTM D 882)

determina allungamento e carico a rottura di provini ricavati da film in direzione longitudinale e trasversale rispetto al senso di trasformazione

- Prova di caduta del dardo (ball drop) su film (UNI 8044, ASTM D 1709)

determina la resistenza a rottura di film colpiti da un dardo a peso variabile

- Resistenza all’urto Izod (ASTM D 256, ISO 180)

determina la resistenza all’urto dei materiali plastici di su provini tal quali o intagliati, disposti verticalmente

- Resistenza all’urto Charpy (ASTM D 256, ISO 179)

determina la resistenza all’urto dei materiali plastici su provini tal quali o intagliati, disposti orizzontalmente

- Resistenza all’urto Elmendorf su film

- Determinazione della permeabilità al vapor acqueo

- Densità (ASTM D 792)

determina il peso specifico dei materiali plastici mediante immersione degli stessi in un mezzo fluido

- Durezza Shore (ISO 868)

determina la durezza superficiale di elastomeri (scala A) e materiali plastici non eccessivamente duri (scala D)

- Assorbimento d'acqua (24 h - ASTM D 570)

determina la percentuale di acqua assorbita dal materiale dopo immersione di 24 ore a 23°C

- Percentuale di umidità in poliammidi ISO 960 (metodo manometrico)

determina il quantitativo di acqua presente nelle poliammidi quando non inferiore a 0.1 %

*Per queste prove meccaniche svolte solitamente a 23°C si aggiungere la possibilità di eseguirle a temperature diverse da quella ambiente, valutando per ogni richiesta la relativa fattibilità

PROVE TERMICHE E DI INFIAMMABILITA'

- Temperatura di rammollimento Vicat (ASTM D 1525, ISO 306)

determina la temperatura alla quale il materiale plastico, sollecitato termicamente, perde consistenza rammollendo

- Temperatura di flessione sotto carico HDT (ASTM D 648, ISO 75)

determina la temperatura alla quale il materiale plastico, sollecitato termicamente e meccanicamente, si deforma

- Infiammabilità UL 94 (su provini condizionati 48 h a 23°C)

- Infiammabilità UL 94 (su provini condizionati 48 h a 23°C e 168 h a 70°C)

determina la capacità dei materiali plastici di opporsi alla propagazione della fiamma mediante le classificazioni V0, V1, V2

- Glow Wire test

PROVE DI FLUIDITA'

- Indice di fluidità (ASTM D 1238, ISO 1133)

determina la fluidità dei polimeri

- Viscosità di poliammidi in acido solforico ISO 307

determina la viscosità in soluzione per le poliammidi

PROVE ELETTRICHE

- Resistenza correnti striscianti (CTI)

- Rigidità dielettrica

Oltre alle prove elencate, presso il CESAP si possono stampare ad iniezione o ricavare da manufatto i relativi provini conformi alle rispettive norme.

Per le aziende aderenti alle Associazioni che gestiscono CESAP (UNIONPLAST, ASSOCOMAPLAST,

UNIONE INDUSTRIALI DI BERGAMO, TORINO, TREVISO e VARESE, APILOMBARDA, ASSOCIAZIONE E UNIONE ARTIGIANI DI BERGAMO, ASSORIMAP, ASSOSPAZZOLE), è previsto uno sconto del 10% sui prezzi di listino. Al momento della richiesta del preventivo, è necessario specificare il numero di iscrizione e il nome dell’Associazione a cui si aderisce.

 
 

 

CESAP srl Consortile – Sede legale: via Vienna 56 – 24040 Verdellino/Zingonia (BG) – tel 035 884600 – fax 035 884431 – e-mail: info@cesap.com
Codice fiscale/Partita IVA IT01011200167 – Capitale Sociale  interamente versato 97.500 euro – Registro Imprese Bergamo IT01011200167 – REA Bergamo 209967